JULIA di Giancarlo Berardi

Bonelli e altri comics... il luogo dove parlare di tutti i fumetti, tranne Tex

Moderatori: Alberto Elisi, Mucco

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi rimatt » lun ott 09, 2017 10:31 am

Ultimo numero molto bello e anche molto duro, che dovrebbe essere letto soprattutto da chi insiste nel sostenere che Julia è una serie mollacciona e Berardi è ostaggio del politically correct.
...and everything under the sun is in tune, but the sun is eclipsed by the moon.
Avatar utente
rimatt
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:29 pm
Località: verona

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi Shagrath82 » gio ott 12, 2017 6:27 pm

rimatt ha scritto:Ultimo numero molto bello e anche molto duro, che dovrebbe essere letto soprattutto da chi insiste nel sostenere che Julia è una serie mollacciona e Berardi è ostaggio del politically correct.

ma ti riferisci alla storia degli agenti segreti fatti con le allucinazioni?
http://rockemetal.forumfree.it/

Cosa è una copertina? Una coperta per papoose?
Avatar utente
Shagrath82
Tizzone d'inferno
Tizzone d'inferno
 
Messaggi: 1352
Iscritto il: lun giu 11, 2007 12:24 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi coyotenero » gio ott 12, 2017 10:01 pm

rimatt ha scritto:Ultimo numero molto bello e anche molto duro, che dovrebbe essere letto soprattutto da chi insiste nel sostenere che Julia è una serie mollacciona e Berardi è ostaggio del politically correct.



Purtroppo la serie è proprio come dici tu, un numero senza le caratteristiche che hai elencato è sempre il benvenuto, ma è (quasi) una eccezione, mi spiace. :wink:
Avatar utente
coyotenero
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 6466
Iscritto il: mer ott 07, 2009 7:57 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi jack la tigre » sab ott 14, 2017 5:46 pm

coyotenero ha scritto:
rimatt ha scritto:Ultimo numero molto bello e anche molto duro, che dovrebbe essere letto soprattutto da chi insiste nel sostenere che Julia è una serie mollacciona e Berardi è ostaggio del politically correct.



Purtroppo la serie è proprio come dici tu, un numero senza le caratteristiche che hai elencato è sempre il benvenuto, ma è (quasi) una eccezione, mi spiace. :wink:

Mi fa molto piacere quotare il Coyote, sia perché concordo col giudizio, e soprattutto perché mi fa piacere che dopo il chiarimento sia tornato fra noi :clap:
Se c'è un uomo che può entrare all'inferno e passare inosservato sotto il naso di messer satanasso, quell'uomo è Tiger Jack!
Avatar utente
jack la tigre
Tizzone d'inferno
Tizzone d'inferno
 
Messaggi: 1654
Iscritto il: sab apr 04, 2015 1:31 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi rimatt » sab ott 14, 2017 7:20 pm

Ovviamente non non è così, ma ho già abbondantemente spiegato perché quindi non sto a ripetermi.
...and everything under the sun is in tune, but the sun is eclipsed by the moon.
Avatar utente
rimatt
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:29 pm
Località: verona

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi coyotenero » sab ott 14, 2017 7:36 pm

rimatt ha scritto:Ovviamente non non è così, ma ho già abbondantemente spiegato perché quindi non sto a ripetermi.



Ma perchè devi dire "ovviamente"? la mia è un'opinione, penso che Berardi in troppi albi si lasci prendere da un buonismo fastidioso, trovo le sue trame troppe volte poco appassionanti, la storia d'amore tra Julia e Ettore è melassa stomachevole, e su 12 numeri annuali ne trovo buoni solo 3 o 4; se però devi fare il fan sfegatato di Julia e incacchiarti con chi la pensa diversamente allora non essere il primo a provocare con frasi con "c'è chi insiste nel dire che Julia è una serie mollacciona etc etc." perchè se poi c'è chi ribatte non puoi chiudere il discorso dichiarando di esserti abbondantemente spiegato; abbi pazienza ma la tua non è la verità assoluta, è un'opinione come quella di tutti gli altri che leggono Julia tutti i mesi.
Avatar utente
coyotenero
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 6466
Iscritto il: mer ott 07, 2009 7:57 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi rimatt » dom ott 15, 2017 11:22 am

Ti faccio notare che tu non hai scritto "la mia opinione è che Julia non sia come dici tu", ma hai scritto semplicemente "la serie è proprio come dici tu", utilizzando l'indicativo. Avrei potuto ribattere che "la tua non è la verità assoluta, è un'opinione come quella di tutti gli altri che leggono Julia tutti i mesi", ma mi sono limitato a rispondere alla stessa maniera, non utilizzano il congiuntivo ma l'indicativo.

Quell'"ovviamente" si riferisce al fatto che ormai ho spiegato diverse volte perché ritengo che sia una falsità enorme affermare che Julia è politically correct (è la serie che lo è meno in Bonelli) e non ho nulla da aggiungere, quindi non vale la pena che mi ripeta per l'ennesima volta. :ciao:
...and everything under the sun is in tune, but the sun is eclipsed by the moon.
Avatar utente
rimatt
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:29 pm
Località: verona

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi coyotenero » dom ott 15, 2017 2:55 pm

rimatt ha scritto:Quell'"ovviamente" si riferisce al fatto che ormai ho spiegato diverse volte perché ritengo che sia una falsità enorme affermare che Julia è politically correct (è la serie che lo è meno in Bonelli) e non ho nulla da aggiungere, quindi non vale la pena che mi ripeta per l'ennesima volta. :ciao:


Però il sasso lo hai lanciato tu, e questo mi porta automaticamente a essere fighissimamente dalla parte della ragione (hai cominciato te, gne gne gne) :angel: :ciao:
Avatar utente
coyotenero
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 6466
Iscritto il: mer ott 07, 2009 7:57 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi rimatt » dom ott 15, 2017 7:11 pm

:prr: :birra:

Ma a parte gli scherzi, la scarsa considerazione di cui pare godere Julia è uno dei miei grandi crucci fumettistici...
...and everything under the sun is in tune, but the sun is eclipsed by the moon.
Avatar utente
rimatt
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:29 pm
Località: verona

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi coyotenero » dom ott 15, 2017 8:30 pm

rimatt ha scritto::prr: :birra:

Ma a parte gli scherzi, la scarsa considerazione di cui pare godere Julia è uno dei miei grandi crucci fumettistici...


Se vuoi, io che la leggo tutti i mesi in biblioteca (quindi non parlo per sentito dire) la trovo una serie che potrebbe dare moltissimo, e qualche numero mi è anche piaciuto molto (ad esempio ho trovato il n 220 L'infiltrato un gioiellino, e me lo sono comprato in edicola) ma Berardi sembra cadere in tutti quei trappoloni da telefilm Italiano nel quale i buoni sono troppo pulitini; Julia non ha vizi, è inattaccabile, troppo perfetta; se ogni tanto fosse rappresentata in maniera più umana ne gioverebbe moltissimo. E poi gli altri comprimari "buoni" sono diventati uno stereotipo; Emily sempre la serva simpaticamente ignorante, Leo che fa lo strafottente e guarda voglioso le donne di colore, Irving che sorride bonario, Ettore che è tanto carino e mai sopra le righe....ci vorrebbero più sfaccettature, personaggi più vivi e meno macchiettistici. Che poi le storie siano scritte con cura impeccabile questo è pacifico, ma è una serie che se rischia qualcosa ogni tanto a livelli di contenuti non rischia con i personaggi, imprigionati in una specie di limbo in cui nessuno evolve o involve.
Avatar utente
coyotenero
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 6466
Iscritto il: mer ott 07, 2009 7:57 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi rimatt » lun ott 16, 2017 10:07 am

coyotenero ha scritto:ma è una serie che se rischia qualcosa ogni tanto a livelli di contenuti non rischia con i personaggi, imprigionati in una specie di limbo in cui nessuno evolve o involve.


Ecco, su questo sono d'accordo e non ho problemi ad ammetterlo. I personaggi sono prigionieri della zona del crepuscolo della serialità (ma non dubito che quella di Berardi sia stata una scelta ampiamente voluta, per quanto forse poco condivisibile) e sono sempre identici a se stessi; a me non disturba, ma capisco che per alcuni questo possa diventare un limite. Poi le storie continuano a sembrarmi intelligenti, lucide, spesso amaramente dure.
...and everything under the sun is in tune, but the sun is eclipsed by the moon.
Avatar utente
rimatt
Vecchio Cammello
Vecchio Cammello
 
Messaggi: 3261
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:29 pm
Località: verona

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi Ted Hawkins » lun ott 16, 2017 9:07 pm

Julia è una contraddizione.
Ne sono stato folgorato all'inizio in quell'ottobre 1998 la seguii per molti numeri e molti anni più o meno poco oltre la meta del secondo centinaio...
Poi l'ho lasciata perché non la sopportavo più, salvo leggerla saltuariamente nella speranza che torni a illuminare come nei primi anni soprattutto i primi 3/4 anni.
Purtroppo non è più così
Julia è un mistero e un rammarico perché:
1) è un fumetto che propone argomenti di grande attualità
2) è un fumetto particolarmente curato in quanto il suo creatore e curatore gli dedica praticamente tutto se stesso e i collaboratori sono abbastanza organici al suo modo di pensare
3) dispone di alcune pagine in più rispetto ad altre serie e la cosa non è da trascurare
4) Berardi è tecnicamente uno dei più bravi scrittori di fumetti in Bonelli e non solo

Insomma tutti gli ingredienti per il meglio piatto
E invece Julia ha deluso, stufato, spento per ragioni già espresse in altri post.
Ted Hawkins
Pard
Pard
 
Messaggi: 151
Iscritto il: mar mar 13, 2012 9:48 pm

Re: JULIA di Giancarlo Berardi

Messaggiodi jack la tigre » ven ott 20, 2017 3:27 pm

Ted Hawkins ha scritto:Julia è una contraddizione.
Ne sono stato folgorato all'inizio in quell'ottobre 1998 la seguii per molti numeri e molti anni più o meno poco oltre la meta del secondo centinaio...
Poi l'ho lasciata perché non la sopportavo più, salvo leggerla saltuariamente nella speranza che torni a illuminare come nei primi anni soprattutto i primi 3/4 anni.
Purtroppo non è più così
Julia è un mistero e un rammarico perché:
1) è un fumetto che propone argomenti di grande attualità
2) è un fumetto particolarmente curato in quanto il suo creatore e curatore gli dedica praticamente tutto se stesso e i collaboratori sono abbastanza organici al suo modo di pensare
3) dispone di alcune pagine in più rispetto ad altre serie e la cosa non è da trascurare
4) Berardi è tecnicamente uno dei più bravi scrittori di fumetti in Bonelli e non solo

Insomma tutti gli ingredienti per il meglio piatto
E invece Julia ha deluso, stufato, spento per ragioni già espresse in altri post.

Mi trovo d'accordo su tutta la linea.
Per me politically correct in senso fastidioso significa che gli indiani sono sempre buoni, i poveri sono sempre sfruttati, i gay sono sempre maltrattati, i neri sono sempre discriminati. Si badi bene, evidenzio il sempre.
A mio parere Berardi pecca di eccessiva sudditanza al politically correct in questo senso. È questa la cosa che mi risulta fastidiosa, non che faccia analisi accurate e anche profonde della realtà.
Se c'è un uomo che può entrare all'inferno e passare inosservato sotto il naso di messer satanasso, quell'uomo è Tiger Jack!
Avatar utente
jack la tigre
Tizzone d'inferno
Tizzone d'inferno
 
Messaggi: 1654
Iscritto il: sab apr 04, 2015 1:31 pm

Precedente

Torna a I fumetti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite